CHASSID 30 Novembre-16 Dicembre

SILVIA FORESE

In USA vivono circa 6 milioni di ebrei, il 40% risiede a New York.

Chassid è l’ebreo appartenente a una corrente particolarmente ortodossa. Nella zona di Borough Park, a Brooklyn, ne vivono 58.000, conducendo una vita disciplinata e silenziosa, isolata dal resto della popolazione, come rinchiusi in un villaggio-luogo di culto che ha gli odori e i colori della Varsavia di inizi Novecento.

Silvia Forese, in un soggiorno newyorkese è stata catturata da queste presenze, le ha osservate: rigore di espressione e di movenze, lunghi abiti scuri, barbe folte e lunghe, una kippah che nasconde teste rasate ad eccezione dei lunghi boccoli che cadono ai lati del viso. Incuriosita dal loro aspetto e dalla loro cultura, l’artista ne ha ritratto i volti, fotografando una realtà sociale difficile da comprendere agli occhi di un osservatore esterno e che poco ha a che fare con l’inaudita violenza che sta assumendo il conflitto israeliano-palestinese nelle ultime settimane.SAMSUNG DIGITAL CAMERA

I lavori in mostra sono acrilici su cartone, piccole tavole, facili da trasportare e archiviare, per essere classificate e accumulate come fossero il catalogo di una tipologia umana in continua espansione in America, in Australia, Russia, Marocco, Alaska, Sud Africa…

La serie, esposta a Zuni per la prima volta, è iniziata nel marzo 2012 ed è ancora in progress.

A lato dei ritratti Chassid, vengono proiettati 2 video, ricerche indipendenti, ma pur sempre newyorkesi, che rappresentano sperimentazioni dell’artista ancora sulla società e il rapporto tra gli individui, attraverso mezzi creativi differenti.

Coincidence è un omaggio al maestro Michelangelo Antonioni, realizzato in occasione del centenario dalla nascita. Qui Silvia Forese ha fissato l’occhio della camera su alcuni oggetti che si muovono ritmicamente, sospinti da qualcosa di invisibile, generando un tintinnio monotono. SAMSUNG DIGITAL CAMERAIl suono richiama il cammino dondolante di individui solitari e alienati, abbandonati tra la folla della città metropolitana.

Spiegami ancora è un dittico, composto da video complementari: spiegami e impiegami eseguiti con la tecnica del montaggio di riprese fotografiche. In entrambi le immagini che si susseguono in forma animata, ritraggono una sagoma realizzata con l’utilizzo del tape adesivo, medium prediletto dall’artista nelle installazioni ‘domestiche’. È la sagoma che pur essendo immobile compie due azioni simili e contrarie; nel primo video una tovaglia piegata viene stesa sul tavolo, nel secondo, la stessa tovaglia viene sollevata e ripiegata. Prevale il forte senso di mancanza di comunicazione e contatto, siamo davanti a due figure immobili e inespressive che compiono un’azione ordinaria senza accennare ad alcun movimento. Il titolo indica la necessità dello spettatore di capire, che non sarà mai soddisfatta.

Silvia Forese

A cura di Elena Bertelli, Silvia Meneghini e Matteo Andreolini 

Annunci

One thought on “CHASSID 30 Novembre-16 Dicembre

  1. Unquestionavly consider that which you said. Your favourite reason seemed to be at the
    net the simplest thing to be awaree of. I say to you, I certainly get irked
    at the same time as other people thiink about concerns that they plainly do
    not know about. You managed to hit the nail upon the highest and dedined out the whole
    tying without having side effect , people can take a signal.
    Will likely be back tto get more. Thank you

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...