FALLEN ANGELS 30 Settembre-30 Ottobre

 

 

DANIELE MATTIOLI

FALLEN ANGELS – COSPLAYER IN CINA

Angeli caduti dal cielo, robot fasciati in lamiere sgargianti, cavalieri e principesse futuriste. Cosi’, racchiusi in pesanti armature, trasmutati dalla velocita’ del cambiamento, i giovani ventenni cinesi si rifugiano nell’immaginario onirico, quello degli eroi e dei personaggi epici dei manga e dei cartoons giapponesi. Loro sono i perdenti del miracolo cinese, i nati sulle ceneri di una generazione ammutolita nei suoi sogni ed ideali libertari.

“Quel giorno che tu mi hai coperto gli occhi e il cielo con un drappo rosso, mi hai chiesto cosa vedevo, “la felicita’” ho risposto…..Questa sensazione mi ha fatto dimenticare che non ho un posto dove stare, mi hai chiesto in che direzione voglio andare, ho detto per la tua strada…” cantava Cui Jian, capostipite del rock cinese, segnando cosi’ la fine di quella generazione degli anni 80’ che aveva lottato e sperato.

Chinese CosplayPrivati di un passato sepolto dalle ruspe della modernita’ e fagocitati dalla velocita’, unica unita’ di misura delle metropoli cinesi del 21 esimo secolo, le nuove generazioni si richiudono su se’ stesse, si coprono, si mascherano, si vestono, si infilano colorate parrucche cercando di vivere il presente inafferrabile della dimensione reale trasponendolo in un mondo fittizio dove nomi, codici e comportamenti sociali sono re-inventati e riscritti nel linguaggio del gioco.

La Cina “cannibale” diceva Lu Xun, che come Crono divora i suoi figli al ritmo ciclico della Storia e che di fronte ad essa li lascia ignudi. Spogliati delle divise blu alla Mao e delle camice bianche degli studenti, disillusi dalle “magnifiche sorti e progressive” che hanno ampliato vertiginosamente le diseguaglianze sociali negli ultimi dieci anni, si lanciano in mondi virtuali, vivono doppie vite dove i muri scrostati e ammuffitti della vecchia Cina vengono abbattuti a colpi di raggi laser e bacchette magiche.

“Imparare da Lei Feng” gridavano le giovani guardie rosse impugnando il Libretto di Mao negli anni 60. Ma oggi gli ideali comunisti sono crollati e il patriottismo confuciano stride di fronte all’avanzare di una globalizzazione  e di una crescita economica che spazza via stratificazioni millenarie di cultura e identita’. I “riben guizi”, i diavoli giapponesi di ieri, sono rinnovato bersaglio dell’orgoglio nazionalista ma anche, allo stesso tempo, ispirazione per una nuova matrice identitaria, in uno sdoppiamento altalenante tra vita pubblica e vita privata, tra realta’ e sogno.Chinese Cosplay

La lingua, come sempre, e’ il primo reperto archeologico del futuro: generazioni di bloggers e di internauti destrutturano la lingua stessa, gli slogan della rivoluzione pop scolorano come vecchi dazibao sui muri, emblemi di un passato il cui ricordo e’ un lusso amaro per pochi e i giovani restano jiong 囧, “spechless”, senza parole. Un idiogramma che resta afono, un urlo virtuale, una maschera linguistica dell’apofasia della Cina del futuro alla ricerca di una nuova identita’.

Testo di Sara Vincenzi

Bio:

Daniele Mattioli e’ nato in Umbria,ha iniziato la carriera fotografica con alcune esperienze a Toronto, in Canada e dal 1992 a Vienna. Ha iniziato frequenti viaggi in Oriente e si è basato per cinque anni a Sydney, in Australia. Dal 2000 ha iniziato  a lavorare concentrandosi in Cina e più precisamente Shanghai. Dopo molti lavori su commissioni e progetti fotografici ha deciso di trasferirsi a Shanghai nel 2004.

E ‘ rappresentato dall’Agenzia Anzenberger dal 1992, un portfolio di 16 pagine  del suo lavoro su Shanghai è stato pubblicato dall’agenzia nel 2001 e il reportage su Chongqing fa parte del libro “East”  edito nel 2008. Le sue foto di Shanghai sono state incluse  nei libri “Inside China”  prodotto dal National Geographic e nel libro “Shanghai: a History in Photographs, 1842 – Today”  pubblicato dalla Penguin.

Risiede attualmente in Cina ma lavora in diversi luoghi in Asia per lavori editoriali ed aziendali.

Pubblicazioni Editoriali:

New York Times, National Geographic, Newsweek, Afar, (USA) Vanity Fair Germania, Merian, Marie Claire, GQ, Amica, Focus, Brigitte (Germania), Panorama, Corriere Magazine, D Repubblica, Newton, Internazionale, Wired (Italia), Geo Giappone, Corea del Geo, Silkroad, Discovery, Silkroad, (Hong Kong),  The Goodweekend (Australia),  El Mundo (Spagna), Daily Telegraph Magazine, The Times, The Financial Review (Inghilterra), Elle Decor Cina  e molti altri …  

www.danielemattioli.com 

Mostra a cura di Matteo Andreolini e Silvia Meneghini

Annunci

One thought on “FALLEN ANGELS 30 Settembre-30 Ottobre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...